Laurea in Ingegneria Elettronica

Introduzione

Ogni applicazione nell'ambito delle telecomunicazioni, dell'elaborazione dell'informazione, della conversione e gestione dell'energia, dei sistemi di controllo e sicurezza, della diagnostica medica e del biomedicale, dell'infotainment richiede lo sviluppo di sistemi elettronici. Nei sistemi di controllo dell'automobile, degli aerei, dei satelliti, negli elettrodomestici l'elettronica rappresenta una frazione significativa del valore totale dei prodotti. L'elettronica gioca un ruolo cruciale nella progettazione di questi sistemi e nell'innovazione di quasi tutti i settori industriali. Risulta quindi indispensabile la preparazione di laureati in grado di capire, gestire e verificare i sistemi elettronici; queste competenze consentono ai laureati di inserirsi direttamente nel mondo del lavoro al termine del percorso triennale con piena capacità di specializzare la propria preparazione direttamente all’interno dell’azienda dove andranno ad operare.

Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica mira alla formazione di ingegneri capaci di inserirsi rapidamente nel mondo produttivo come progettisti e tecnici elettronici in diversi ambiti industriali (nella produzione di apparati per telecomunicazioni, elettronica per l'automobile, sistemi biomedicali, elettrodomestici, sistemi di conversione dell'energia e altri). Il corso ha carattere professionalizzante, ma comprende una preparazione multidisciplinare nell'ambito dell'informatica, delle tecniche dell'automazione, della strumentazione elettronica, delle telecomunicazioni. è caratterizzato da un nucleo di materie comuni alle lauree che appartengono alla sua classe (discipline fisico-matematiche e ingegneristiche di base) e da un secondo gruppo di materie a carattere specialistico nell'ambito della definizione e progettazione assistita da calcolatore di circuiti e sistemi elettronici, e dei sistemi di misura e automazione. Sono previste esperienze di laboratorio e tirocinio.
In questi anni di attivazione dei corsi di laurea triennale i laureati in Ingegneria Elettronica dell'Università di Padova hanno trovato occupazione nelle aziende manifatturiere del comparto elettronico, elettrico, fotovoltaico, dell'illuminazione, elettromeccanico, delle telemisure, della telesorveglianza, della telepresenza e del telecontrollo, dell'automazione e, in generale, dell'industria di processi.

Obiettivi

Foto amplificatore audio ad altissima fedelta'Il corso di Laurea in Ingegneria Elettronica è presente tra i corsi di Ingegneria a partire dal 1960; dal 2001/02 il corso è organizzato su due cicli, attualmente denominati Laurea (tre anni) e Laurea magistrale (due anni). I criteri di ammissione alla Laurea Magistrale in Elettronica sono descritti in una delle sezioni successive.
Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica mira alla formazione di ingegneri capaci di inserirsi rapidamente nel mondo produttivo come progettisti e tecnici elettronici nei diversi ambiti industriali già citati. Grazie alla natura interdisciplinare della sua formazione e delle conoscenze di base acquisite, l'ingegnere elettronico è in grado di partecipare alla progettazione hardware/software di sistemi elettronici complessi interagendo con specialisti di altre discipline: ingegneri del settore informazione e industriale, ma anche fisici, biologi, medici, ecc. L'utilizzo di tecniche elettroniche innovative è indispensabile per i sistemi con elevate richieste in termini di prestazioni (sistemi di ricezione, trattamento del segnale e trasmissione ad altissima frequenza, in sistemi wireless, ponti radio, telefoni cellulari, radar), di affidabilità (sistemi di controllo dell'automobile, avionica), di miniaturizzazione, consumo energetico e sicurezza (sistemi biomedicali, cardiostimolatori, neurostimolatori, pacemaker) di efficienza energetica (sistemi di conversione dell'energia per impianti eolici, fotovoltaici, gestione di smart-grids, driver per illuminazione a LED).
Oltre a questo, la preparazione di base consente di definire una figura professionale in grado di adeguarsi alla rapida e continua innovazione tecnologica e di operare in molti ambiti applicativi che possono richiedere un approfondimento relativamente a specifiche competenze.

Profilo professionale

Struttura e caratterizzazione di interruttori MEMS (Micro Electro-Mechanical Systems)La figura dell'ingegnere elettronico si rivolge a tutte le realtà industriali, in particolare piccole e medie imprese, che operano nei diversi settori delle tecnologie dell’informazione, tra cui l’elettronica, le telecomunicazioni, la strumentazione di misura e l’automazione industriale. Queste aziende sono tipicamente caratterizzate da forti flessibilità e dinamicità, per adeguarsi alle richieste di mercati sempre più globali. Con la laurea triennale in Ingegneria Elettronica, queste aziende trovano risposta alla richiesta di personale giovane, con la flessibilità e le competenze tipiche dell'ingegnere elettronico che lo rendono facilmente impiegabile in ambito produttivo/gestionale. Gli ingegneri elettronici potranno essere impiegati sia nei reparti di progettazione, di produzione e di collaudo sia come tecnici addetti all’installazione ed alla manutenzione degli apparati stessi. Potranno essere impiegati negli uffici tecnici come esperti per l’acquisto di strumentazione e di componentistica oppure, nel ruolo di tecnici esperti della strumentazione, impiegati in laboratori di misura e di certificazione o nella gestione di impianti di telecomunicazioni.
Gli sbocchi occupazionali tipici dei laureati in Ingegneria Elettronica sono pertinenti soprattutto ai settori operativi aziendali, in particolare di:

  • imprese di progettazione, sviluppo, ingegnerizzazione e produzione di componenti, apparati e sistemi elettronici;
  • imprese che sviluppano sistemi e apparati in diversi settori per i quali l'elettronica rappresenti elemento essenziale: automobilistico, biomedicale, delle telecomunicazioni, avionico, spaziale, dell'illuminazione a stato solido, della gestione e conversione dell'energia;
  • imprese di progettazione, sviluppo, ingegnerizzazione, produzione ed esercizio di apparati, sistemi e infrastrutture per l'acquisizione e la trasmissione delle informazioni e la loro utilizzazione in applicazioni telematiche;
  • imprese manifatturiere, aziende agro-alimentari, aziende operanti in ambito civile, settori di amministrazioni pubbliche e imprese di servizi in cui sono utilizzati sistemi e infrastrutture per l’acquisizione, il trattamento, l’elaborazione e la trasmissione dell'informazione (dati, voce e immagini);
  • industrie per l'automazione e la robotica, aziende manifatturiere che utilizzano sistemi e impianti per l’automazione di processo.



Profilo professionale

Disegno dei punti di monitoraggio della dispersione termica in una abitazioneIl Corso di Laurea di Ingegneria Elettronica include un primo anno di insegnamenti di base (matematica, fisica e informatica) che sono comuni a tutti i corsi di laurea della classe dell'ingegneria dell’informazione. A partire dal secondo anno sono invece presenti insegnamenti specifici dell’ambito elettronico, sia fondamentali sia applicativi. I contenuti prettamente professionalizzanti sono forniti nel terzo anno con ampio ricorso ad esercitazioni di laboratorio in parallelo agli insegnamenti teorici e trovano concreta applicazione nello sviluppo di un progetto o in un tirocinio, svolto presso strutture o aziende operanti nel settore. Da sempre il tirocinio aziendale si è dimostrato uno strumento educativo valido per avvicinare lo studente alla realtà aziendale, insegnargli ad utilizzare contemporaneamente competenze maturate in ambiti disciplinari differenti e partecipare attivamente ad un lavoro di squadra. Questo tipo di attività viene costantemente sostenuto anche attraverso la collaborazione delle aziende del territorio che ospitano i tirocini.

Risultati di un sistema di misura virtualeNel complesso, gli insegnamenti previsti forniscono allo studente un’ampia panoramica sulle scienze e sulle tecnologie caratteristiche dell'ingegneria dell’informazione (informatica, telecomunicazioni, automazione, elettronica, elettrotecnica, misure, campi elettromagnetici), pur lasciando allo studente la possibilità di affrontare altre tematiche di suo interesse, ad esempio, nel settore economico-gestionale. Gli argomenti più classici includono Teoria dei circuiti, Segnali e sistemi, Fondamenti di Automatica e Fondamenti di Comunicazioni, mentre quelli più specifici al campo dell'elettronica sono affrontati nei corsi di Fondamenti di Elettronica, Elettronica dei Sistemi Digitali (dotato di un laboratorio per la progettazione automatica mediante calcolatore di circuiti digitali programmabili), e Strumentazione Elettronica (con laboratorio dotato di un ambiente per il controllo automatico di strumenti e sistemi di misura e per l'analisi dei dati). Aspetti più avanzati vengono illustrati nei corsi di Elettronica Industriale, Microcontrollori e Digital Signal Processing, Progetto e simulazione di circuiti elettronici e Propagazione guidata e dispositivi.
Nel terzo anno lo studente ha la possibilità di approfondire specifici argomenti attraverso i corsi a scelta offerti e può anche perseguire un eventuale ampliamento delle conoscenze attraverso insegnamenti proposti nei corsi di laurea paralleli (Biomedica ed Informatica) della classe delle ingegnerie dell’informazione.


Consulta anche i dati statistici sull'occupazione.


Scheda completa del corso