Laurea in Ingegneria Informatica

Introduzione

Il continuo sviluppo dell'informatica ha uno straordinario impatto sulla realtà produttiva, economica e sociale, modificando l'organizzazione della Pubblica Amministrazione, delle imprese, degli enti erogatori di servizi e mettendo a disposizione degli ambienti industriali e scientifici strumenti e tecnologie di enormi potenzialità.
La laurea in Ingegneria Informatica mira alla formazione di ingegneri dotati di una preparazione culturale e di un profilo professionale che li renda capaci di applicare le tecnologie dell'informatica in un vasto spettro di attività e di promuoverne lo sviluppo. La costante crescita e diversificazione dei settori di applicazione dell'informatica richiedono all'ingegnere informatico ampie conoscenze di base, indispensabili per affrontare e risolvere problemi nuovi e per mettersi prontamente al passo con una tecnologia in rapidissima evoluzione. D'altra parte, egli si troverà ad operare in un mondo industriale basato su tecnologie consolidate, e ciò richiede anche il possesso di competenze specifiche quanto più possibile estese in vari settori dell'ingegneria dell’automazione, elettronica e delle comunicazioni.

Obiettivi

Rete informatica eterogeneaLa necessità di conciliare due esigenze antitetiche, ma entrambe fortemente sentite, ovvero l'acquisizione di metodologie e tecnologie nuove da una parte e la ricerca di una visione organica, a livello professionale e culturale, delle tecnologie informatiche correntemente in uso nel mondo industriale, dei servizi e della Pubblica Amministrazione dall'altra, caratterizza il curriculum del Corso di Laurea e costituisce una sfida costante per il suo aggiornamento.
In quest'ottica, le componenti che definiscono il percorso formativo dell'Ingegnere Informatico sono:

  • un nucleo rilevante di materie comuni alle altre lauree nella classe dell’Informazione, che mirano a fornire un’adeguata formazione fisico-matematica e una solida preparazione nelle discipline ingegneristiche di base, in particolare nelle aree dell'informatica, dell'automazione, delle telecomunicazioni e dell'elettronica. Fa parte di questo nucleo anche un insegnamento a contenuto economico organizzativo;
  • materie a carattere specialistico, che caratterizzano le specifiche competenze della figura professionale dell’ingegnere informatico, comprendenti lo studio degli aspetti modellistici, progettuali e di gestione tipici dei sistemi informatici complessi

Il nucleo teorico dell'informatica trova strumento espressivo prevalentemente nella matematica discreta, e s’impernia su problematiche pertinenti la rappresentazione, la codifica e la trasmissione dell'informazione, le accezioni di modello di calcolo e la nozione di algoritmo o procedura. L'ingegnere informatico attinge da queste basi concetti e metodi che traduce nella propria prassi professionale, caratterizzata, di norma, da una marcata connotazione sintetica o progettuale. Nell'attuale stato di maturazione della disciplina, il sostrato tecnologico largamente più idoneo per la realizzazione fisica dei sistemi concettuali di base è rappresentato da dispositivi elettronici con vario grado di complessità.

Profilo professionale

Il profilo formativo del laureato in Ingegneria Informatica gli consente di operare nei settori della progettazione, ingegnerizzazione, produzione, esercizio e manutenzione dei sistemi di elaborazione, degli impianti informatici e dei sistemi informativi, nella direzione e gestione di laboratori informatici e di sistemi informativi aziendali, sia nel contesto della produzione industriale che nell'area dei servizi. Il laureato conosce le principali caratteristiche dei sistemi di elaborazione e dei sistemi informativi. Le competenze acquisite gli consentono di operare anche nelle attività di promozione, vendita, assistenza tecnica.
Nel primo anno la preparazione, in comune con le altre lauree della Classe L-8 (ingegneria dell’informazione) di Padova, riguarda le conoscenze di base di matematica, fisica e informatica. Dal secondo anno la preparazione si differenzia e include, oltre ai fondamenti delle tecnologie dell’informazione, l’apprendimento delle principali metodologie proprie dell’Ingegneria Informatica e l’acquisizione di una congrua esperienza di laboratorio. Il terzo anno si concentra su aspetti peculiari, evidenziandone gli aspetti applicativi. Il corso è orientato all’immediato inserimento nel mondo del lavoro del laureato.


Scheda completa del corso