Modalità di ammissione

Il bando di ammissione ai corsi di dottorato XXXV ciclo è aperto con scadenza alle ore 13:00 del 14 maggio 2019. Il testo del bando e le istruzioni generali sono disponibili sul sito dell’Ateneo al link:

http://www.unipd.it/bandi-graduatorie-dottorati 

Chi è interessato a iscriversi è pregato di leggerlo con la massima attenzione.

Altre informazioni importanti

L’ammissione ai Corsi di Dottorato avviene per concorso che, nel caso del Corso di Dottorato in Ingegneria dell’Informazione, si svolge per titoli e colloquio. I candidati vengono ammessi sulla base della graduatoria finale complessiva e del numero di posizioni disponibili (che saranno indicate nel bando).

Domanda di ammissione

La  domanda  di  ammissione  alla  selezione  deve  essere  inoltrata  utilizzando  esclusivamente l’apposita  procedura telematica descritta nell’avviso di selezione del bando. Alla  domanda  di  ammissione  dovranno  essere  allegati  i  titoli  richiesti  dalla  scheda  del  corso  di dottorato prescelto.

Una  volta  completata,  la  domanda  andrà  stampata,  firmata  manualmente  e  ricaricata  nella procedura  seguendo  le  indicazioni  descritte  nella  procedura  on  line  allegando  copia  del documento d’identità. La mancanza della firma e/o del documento di identità  sono motivo di esclusione dalla selezione.

Nel caso specifico del Corso di Dottorato in Ingegneria dell’Informazione, i candidati dovranno allegare alla domanda, tra le altre cose, un curriculum e un progetto di ricerca preparati obbligatoriamente usando i modelli scaricabili dai link sottostanti.

Esame di ammissione

L’esame di ammissione è suddiviso in due parti:

  1. prevalutazione dei titoli da parte della Commissione d’esame, sulla base del curriculum e del progetto di ricerca allegati alla domanda (i candidati non partecipano direttamente a questa fase).
  2. Colloqui (a partire dal 10 giugno 2019). Come sarà specificato nel bando, il/la candidato/a preparerà una presentazione della durata massima di 10 minuti per presentarsi, esporre le motivazioni che lo/la spingono a intraprendere un Dottorato in Ingegneria dell'informazione e illustrare i punti salienti di un possibile progetto di ricerca nell'ambito delle tematiche del corso di dottorato (http://www.dei.unipd.it/aree-di-ricerca). Nel resto del colloquio la commissione discute con il/la candidato/a approfondendo titoli, curriculum e progetto e valutando gli strumenti che possiede per portarlo a termine. All’atto della domanda, i candidati che lo desiderano possono richiedere di svolgere il colloquio a distanza via Skype.